come sviluppare app iOS – Come si configura un ambiente di sviluppo per la creazione di app iOS

iOS è un sistema operativo mobile creato e sviluppato da Apple Inc.È stato originariamente rilasciato nel 200

A partire da settembre 2015, iOS

Se sei interessato a sviluppare le tue app per iOS, devi prima avere accesso a un Mac con OS X

Esistono due modi per sviluppare app per iOS: utilizzare Objective-C o Swift . Objective-C esiste da più tempo ed è quindi più ampiamente utilizzato dagli sviluppatori; tuttavia, Swift è più recente e sta diventando sempre più popolare grazie alla sua semplicità e leggibilità (per non parlare del fatto che è stato sviluppato da Apple). Se hai appena iniziato, ti consigliamo di utilizzare Swift . Tuttavia, se hai già familiarità con Objective-C , sentiti libero di usarlo invece.

Dopo aver deciso quale lingua utilizzare , dai un’occhiata ad alcuni dei nostri tutorial su come iniziare a programmare la tua app:

Creazione di un’app per l’elenco delle cose da fare semplice in Swift: in questo tutorial, ti mostreremo come creare un’app per l’elenco delle cose da fare semplice ma funzionale utilizzando Swift. L’app consentirà agli utenti di aggiungere attività, contrassegnarle come completate ed eliminarle dall’elenco. Utilizzeremo ampiamente la classe UITableView qui, quindi se non la conosci, assicurati di controllare il nostro Tutorial UITableView prima di iniziare. Tutorial di gioco platform 2D per principianti – SpriteKit – Scopri come è facile mettere insieme un gioco platform 2D usando il motore fisico integrato di SpriteKit evitando alcuni errori comuni lungo il percorso. Seguendo questo tutorial passo dopo passo, anche i principianti assoluti dovrebbero essere in grado di costruire qualcosa di divertente alla fine!Creazione di un’app per iPhone con lettore RSS utilizzando le visualizzazioni tabella: un lettore RSS consente agli utenti di visualizzare gli aggiornamenti dai propri siti Web preferiti in un unico posto. In questo tutorial mostreremo come le visualizzazioni tabella possono essere utilizzate in modo efficace se combinate con servizi Web come i feed RSS, quindi analizzeremo la creazione della nostra app di lettura RSS di base passo dopo passo in modo che chiunque possa seguirla indipendentemente dal proprio livello di esperienza. .

  1. o iPhone, iPod Touch e Apple TV. iOS è derivato da OS X, con il quale condivide le fondamenta di Darwin. iOS è quindi un sistema operativo simile a Unix.Inoltre, molti framework inclusi in iOS sono open source.
  2. come è stato rilasciato a tutti i dispositivi compatibili.Questa ultima versione di iOS porta con sé nuove funzionalità come il supporto per le app a schermo diviso e la modalità Picture in Picture sull’iPad, un’app Notes rinnovata, indicazioni sui mezzi pubblici in Maps e molto altro.
  3. r più tardi ( Mavericks o Yosemite ). Avrai anche bisogno di Xcode installato; questo può essere fatto tramite l’App Store. Una volta che hai sistemato queste cose, sei pronto per iniziare a programmare!

Come si configura un ambiente di sviluppo per la creazione di app iOS?

Per sviluppare app iOS, avrai bisogno di un Mac con Xcode installato e di un iPhone o iPad.Puoi anche utilizzare un PC per sviluppare app iOS, ma non è facile come usare un Mac.

Per configurare il tuo ambiente di sviluppo, installa prima Xcode sul tuo Mac.Quindi, scarica l’ultima versione di iOS SDK dal sito Web di Apple.Si consiglia la versione più recente dell’SDK perché include nuove funzionalità e correzioni di bug.Dopo aver scaricato l’SDK, aprilo in Xcode.

Quindi, crea un nuovo progetto in Xcode selezionando File > Nuovo progetto…Dalla finestra di dialogo risultante, selezionare Applicazione nell’elenco delle categorie e fare clic su Avanti.Nella finestra seguente, dai un nome al tuo progetto e scegli una posizione per esso sul tuo disco rigido (Xcode creerà una directory di progetto vuota per te). Fare clic su Crea per completare la creazione del progetto.

Ora che hai creato il tuo progetto, devi aggiungere alcuni file ad esso.Per fare ciò, apri il file MainMenuViewController.xib in Interface Builder e trascina e rilascia un UITableView nella sua area di contenuto.Fare doppio clic sull’icona Table View Controller nella barra degli strumenti principale per aprire l’editor del codice sorgente (MainMenuViewController_xib). Aggiungi queste righe di codice nella parte superiore del file: import UIKit class MainMenuViewController : UIViewController { }

Quindi, aggiungi queste righe di codice sotto la proprietà dataSource di UITableView: self . table = [[UITableView alloc ] initWithFrame : CGRectZero ] autoresizingMask : YES ]; [ se stesso . tabella setDataSource : self ]; Infine, aggiungi queste righe di codice sotto il metodo viewDidLoad(): [ self . tabella registerClass :[UIButton class ] forKey : @ “btnSubmit” ]; Nota: se desideri utilizzare caratteri personalizzati con la tua app anziché caratteri di sistema (come Helvetica), assicurati di includerli nella cartella delle risorse del target di build della tua app prima di creare (ad esempio: ~/Library/Developer/CoreSimulator/Devices/iPhone6Plus @2147483648/data/Containers/Bundle/Application/1F5A4DFC-7C5E-4AF3-9E47-DBBC9FEABDC0/.ios_app ). Quando gli utenti avviano la tua app per la prima volta o la aggiornano in un secondo momento tramite gli aggiornamenti dell’App Store , vedranno automaticamente quei caratteri!Ora diamo un’occhiata a come possiamo implementare alcune funzionalità di base nella nostra app usando le classi Objective C.Per prima cosa creeremo un’istanza della nostra classe MainMenuItem che rappresenterà ogni voce di menu sulla nostra schermata del menu: #import “MainMenuItem.h” @interface MainMenuItem() { IBOutlet UILabel * label ; } @end Successivamente definiremo una variabile di istanza per ogni voce di menu in modo da poter accedere alle sue proprietà in seguito: #import “MainMenuItemPrivate.h” @implementation MainMenuItem Private var label : UILabel !sovrascrivi func viewDidLoad() { super . viewDidLoad() // Esegui qualsiasi configurazione aggiuntiva dopo aver caricato la vista qui } override func didReceiveMemoryWarning() { super . didReceiveMemoryWarning() // Elimina tutte le risorse che potrebbero essere rilasciate quando viene emesso un avviso di memoria } sovrascrivi func prepareForSegue ( segue : UIStoryboardSegue ) { if segue . identificatore == “sottomenuSelezionato” && !Indici selezionati. contieneOggetto(segue.destinazione){selectIndexes[0]=1; } altrimenti se segue . identificatore == “addNewItem” && !articoli aggiunti?nil 🙁 NSMutableArray ) -> Void {} else { super . prepareForSegue ( segue ); } } private var addedItems ?:( NSMutableArray ) -> Vuoto!override func submenuSelected (. sender , _ selector : String ){ switch selector { case “addNewItem” … default : label ?.[ textLabel ]. testo = “” ; rompere ; }} private var selectIndexes ?:[ Int32 ]!Abbiamo anche bisogno di dichiarare due metodi in modo da poter interagire con il nostro controller tableview dall’Obiettivo C: – wakeFromNib() – dealloc() Questi metodi vengono chiamati quando il nostro oggetto viene caricato dal disco o quando viene distrutto rispettivamente – questi metodi sono anche dove inizializziamo le proprietà del nostro oggetto Scriviamo ora del codice all’interno del metodo awakeFromNib() che caricherà le nostre voci di menu dai rispettivi file all’interno della nostra directory di progetto: #import “MainMenuItemPrivateCFGFileLoaderDelegateairenterpointingMethod delegateMethod; + NSString statico * const kDefaultConfigPath = @ “/Users/ ” + userID + “.local/” ; static BOOL hasDefaultConfigPath (); // Restituisce YES se esiste un percorso di configurazione predefinito definito static void loadDefaultConfigFileIfNeeded ([ NSFileManager defaultManager ]){ if (! hasDefaultConfigPath ()){ NSLog (@ ” %@ non ha un percorso di configurazione predefinito!” , __FILE__ ); return ; } delegateMethod = [[KVCConfigurationLoaderDelegate alloc ] initWithConfigurationFileURLString : kDefa ultConfigPath ]; [defaultManager loadCompletedObjectsUsingDelegate:]];} Abbiamo anche bisogno di dichiarare due metodi in modo da poter interagire con il nostro controller tableview da Objective C:- awakeFromNib() – dealloc() Questi metodi vengono chiamati quando il nostro oggetto viene caricato dal disco o quando viene viene distrutto rispettivamente – questi metodi sono anche il punto in cui inizializziamo le proprietà del nostro oggetto Ora scriviamo del codice all’interno del metodo wakeFromNib() che caricherà le nostre voci di menu dai rispettivi file all’interno della directory del progetto:#import “-MainMenuItemPrivateCFGFileLoaderDelegateairenterpointingMethod delegateMethod; +static NSString*const kDefaultConfigPath [email protected]”;static BOOL hasDefaultConfigPath();// Restituisce SÌ se è presente Default Config PathdefinedstaticvoidloadDefaultConfigFileIfNeeded([NSFileManager defaultManager]){if (!hasDefaultConfigPath()){NSLog(@ “%@ non ha un percorso di configurazione predefinito!” , __FILE__);return;}delegateMethod=[[KVCConfigurationLoaderDelegate alloc]initWithConfigurationFileURLString:[kDefaultConfigPat h];[defaultManager loadCompletedObjectsUsingDelegate:]];}} Quindi chiamiamo questo metodo ogni volta che uno dei nostri menu appare sullo schermo chiamando la sua proprietà outlet corrispondente in questo modo::self->table?.[btnSubmit].text=”Aggiungi nuovo elemento…” Quindi chiamiamo questo metodo ogni volta che uno dei quattro menu appare sullo schermo chiamando la corrispondente proprietà outlet come tale::self->table?.[btnSubmit].text=”Aggiungi nuovo elemento…

Qual è la procedura per inviare un’app all’App Store?

Ci sono diversi passaggi che devono essere seguiti per inviare un’app all’App Store.Il primo passo è creare un nuovo progetto in Xcode e configurare il tuo ambiente di sviluppo.Successivamente, dovrai creare una nuova applicazione iOS utilizzando il modello fornito o sviluppare un’applicazione esistente.Dopo aver creato la tua app, dovrai inviarla per la revisione e l’approvazione da parte di Apple.Infine, dovrai commercializzare e vendere la tua app tramite l’App Store.

Come si crea un’interfaccia utente ottimizzata per l’input basato sul tocco?

Esistono diversi modi per creare un’interfaccia utente ottimizzata per l’input touch su iOS.Un modo è utilizzare i vincoli di layout automatico e rispondere ai tocchi dell’utente nel file di layout del controller di visualizzazione.Un altro approccio consiste nell’usare riconoscitori di gesti e rispondere ai gesti dell’utente nel codice.Infine, puoi utilizzare il tracciamento Core Motion e i controller di movimento per rilevare quando gli utenti toccano o trascinano oggetti sullo schermo.

Ciascuno di questi approcci ha i suoi vantaggi e svantaggi.L’uso dei vincoli di layout automatico può essere utile se vuoi che la tua app appaia coerente su dispositivi diversi, ma può essere difficile risolverli se non sai come usarli correttamente.Il riconoscimento dei gesti può essere più efficiente della risposta nel codice, ma richiede tempo e esperienza di sviluppo aggiuntivi.Core Motion tracking e controller di movimento offrono maggiore flessibilità, ma richiedono più risorse hardware e potrebbero non funzionare con tutte le app.

Quali considerazioni sulle prestazioni dovresti tenere in considerazione durante lo sviluppo di app iOS?

Durante lo sviluppo di app iOS, dovresti prendere in considerazione le seguenti considerazioni sulle prestazioni:

  1. Dimensione dell’app e dimensione del file
  2. Utilizzo della memoria
  3. uso della CPU

Come puoi utilizzare iCloud per archiviare e sincronizzare i dati tra dispositivi?

iCloud è un servizio di archiviazione e sincronizzazione su cloud che consente agli utenti di archiviare dati su dispositivi Apple e accedervi da altri dispositivi Apple.Gli utenti possono anche utilizzare iCloud per sincronizzare i dati tra dispositivi, inclusi app, contatti, calendari, note, foto e video.

Quali misure di sicurezza dovresti adottare durante lo sviluppo di app iOS?

Durante lo sviluppo di app iOS, è importante adottare misure di sicurezza per proteggere la tua app e i suoi utenti.Ecco alcuni suggerimenti per proteggere la tua app iOS:

  1. Utilizzare un ambiente di sviluppo sicuro.Utilizzare un ambiente di sviluppo sicuro (SDK, Xcode e così via) che supporti la crittografia e i meccanismi di autenticazione come l’autenticazione a due fattori (2FA). Ciò contribuirà a proteggere i tuoi dati e impedire l’accesso non autorizzato alla tua app.
  2. Proteggi i dati degli utenti.Mantieni i dati degli utenti al sicuro crittografandoli utilizzando tecniche di crittografia avanzate come AES-25r SHA-5 Inoltre, assicurati di archiviare correttamente le password degli utenti in forma crittografata.Non archiviarli in chiaro sul server o in qualsiasi altro luogo non protetto.
  3. Limita l’accesso alla base di codice e alle risorse dell’app.Solo il personale autorizzato dovrebbe avere accesso alla base di codice e alle risorse della tua app iOS, inclusi codice sorgente, file di progettazione, immagini, video, ecc. Per limitare ulteriormente l’accesso, utilizza le pratiche del ciclo di vita dello sviluppo sicuro (SDLC) come il principio del privilegio minimo controllo degli accessi basato sui ruoli (RBAC). Ciò contribuirà a garantire che solo coloro che hanno bisogno di accedere alla codebase possano farlo in modo sicuro.

Quali suggerimenti hai per il debug e la risoluzione dei problemi delle app iOS?

Il debug e la risoluzione dei problemi delle app iOS può essere un compito arduo, ma con i giusti suggerimenti in mente, può essere più facile di quanto pensi.Ecco alcuni consigli per aiutarti ad iniziare:

  1. Usa gli strumenti integrati di Xcode.Xcode include una serie di utili strumenti di debug e risoluzione dei problemi che possono aiutarti a rintracciare rapidamente i problemi.Ad esempio, il debugger ti consente di scorrere il codice riga per riga, il che può aiutarti a individuare dove si verifica un problema.Il profiler fornisce anche informazioni dettagliate sulle prestazioni della tua app su diversi dispositivi e piattaforme.
  2. Usa gli strumenti.Instruments è un altro potente strumento incluso in Xcode che ti aiuta a rintracciare problemi di prestazioni e identificare potenziali problemi nelle prime fasi dello sviluppo.Ad esempio, la libreria di strumentazione può monitorare quanto tempo impiega un’app per caricare o quante volte si arresta in modo anomalo durante il runtime.Queste informazioni possono aiutarti a ottimizzare la tua app per prestazioni migliori su diversi dispositivi e piattaforme.
  3. Testa la tua app a fondo prima del rilascio.Una delle cose più importanti che puoi fare durante lo sviluppo di un’app iOS è testarla a fondo prima del rilascio in modo che non ci siano sorprese in seguito (ad esempio, quando gli utenti iniziano a riscontrare comportamenti imprevisti). Ciò significa testare su più dispositivi (sia fisici che virtuali) nonché in varie configurazioni (comprese le condizioni di rete). Significa anche eseguire test ripetutamente nel tempo, anche dopo aver rilasciato l’app, per garantire che continuino a funzionare come previsto.